“Da novembre il mondo s’è fermato”

Viterbo – “All’inizio del Covid tutti si sono scatenati con gli acquisti. Dal 20 novembre a oggi si è bloccato il mondo, le vendite sono diminuite tantissimo”. Alberto e Stefano Calevi, azienda agricola fratelli Calevi. Castel d’Asso. Viterbo. Seicento ettari in tutto, 400 di proprietà e 200 in affitto. Brassiche, meloni e cavolfiori. E’ tra le aziende agricole più importanti in assoluto. Lavora con la grande distribuzione, impiega 150 operai e porta i suoi prodotti in Italia e ultimamente anche all’estero. Germania, Ungheria e Polonia.

Continua a leggere su Tusciaweb


Pubblicato

in

,

da