Il lavoro del contingentatore

Viterbo – “Sono un contingentatore e non faccio salire le persone al di fuori degli appuntamenti”. Claudio Bucossi. Se vai al Corso, Viterbo, al civico 68, lo trovi sempre lì. “Ho visto chiudere negozi e aprirne qualcuno. Ho visto la desolazione del lunedì mattina, del martedì e del mercoledì. E la gente impaurita. La paura di camminare, passeggiare e stringere la mano. Ho attraversato così tutta l’emergenza Covid, dall’inizio e fino ad oggi”. Navi da combattimento in fiamme al largo di Orione, Blade Runner.

Continua a leggere su Tusciaweb


Pubblicato

in

,

da